Prestiti e agevolazioni per le imprese

Siamo operativi in tutta Italia

SAL cessione crediti e sconto in fattura. Sì per superbonus no per altri bonus edilizi


SAL cessione crediti sconto in fattura

Prestiti personali – delibera immediata

Siamo operativi in tutta Italia

Per i bonus edilizi il contribuente può optare per la cessione e/o sconto in fattura in qualsiasi momento, senza essere condizionato dallo stato di avanzamento dei lavori. Tale possibilità, tuttavia, non è applicabile per la super detrazione 110%.

Il tema è stato oggetto di chiarimento dell’interrogazione in commissione Finanze alla Camera del 7 luglio 2021, durante la quale è emerso che la cessione crediti e/o sconto in fattura senza SAL è valida per tutti i bonus eccetto per il Superbonus 110%.

Prima di analizzare la questione è necessaria una premessa per fare una panoramica delle opzioni a disposizione dei contribuenti e per capire il meccanismo degli stati di avanzamento lavori (SAL) ai quali e legato il Superbonus 110%.

Potrebbe interessarti: Cessione credito e sconto in fattura, 3 opzioni col bonifico parlante

SAL – cessione crediti – sconto in fattura

Come ricorda e chiarisce la Circolare delle Entrate N.7/E del 25 giugno 2021, esistono alternative alla fruizione diretta della detrazione, ovvero la cessione del credito o il contributo sotto forma di sconto.

Prestiti e agevolazioni per le imprese

Siamo operativi in tutta Italia

Per le spese sostenute nel 2020 e nel 2021 i beneficiari dei bonus casa possono, così come stabilito dal Decreto Rilancio, procedere con l’utilizzo diretto della detrazione oppure scegliere:

  • per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest’ultimo recuperato sotto forma di credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari (c.d. sconto in fattura);
  • per la cessione di un credito d’imposta di importo corrispondente alla detrazione ad altri soggetti, inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari con facoltà di successiva cessione (Circolare 8 agosto 2020 n. 24/E e Circolare 22 dicembre 2020 n. 30/E).

Leggi anche: Superbonus, sconto in fattura e cessione detrazione: qual è la differenza?

Gli interventi interessati sono:

  • recupero del patrimonio edilizio – art. 16-bis, comma 1, lett. a) e b), del TUIR;
  • installazione di impianti fotovoltaici – art. 16-bis, comma 1, lett. h), del TUIR, compresi quelli che danno diritto al Superbonus.

Nella circolare riassuntiva delle Entrate N.7/E viene inoltre ricordato che la possibilità di optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura interessa tutti i potenziali beneficiari della detrazione, compresi coloro che, in concreto, non potrebbero fruirne in quanto non sono tenuti al versamento dell’imposta.

>>> Non perdere altri focus sulle detrazioni! Ricevili direttamente

Finanziamenti – Agevolazioni per le start-up

Siamo operativi in tutta Italia

Le operazioni di cessione e/o sconto in fattura, per gli interventi rientranti nel Superbonus, sono legate ai SAL così come stabilito dal comma 1-bis dell’articolo 121 che prevede, inoltre, massimo due SAL per ciascun intervento complessivo e che ciascuno stato di avanzamento deve riferirsi ad almeno il 30 per cento del medesimo intervento.

Come fare per tutti quegli altri interventi che non prevedono i SAL, soggetti ai bonus edilizi? Di seguito la risposta.

Cerchi una guida pratica sull’applicazione del Superbonus? In questo ebook Maggioli Editore sono raccolti alcuni casi concreti. Clicca e scopri

Come fare per gli interventi che non prevedono i SAL, soggetti ai bonus edilizi?

La risposta è che per gli interventi soggetti a Ecobonus, Bonus Facciate, Sisma Bonus non esistono vincoli, quindi è possibile cedere anche meno del 30% dell’intervento o effettuare più di due SAL in caso di altre detrazioni.

Il chiarimento arriva dal sottosegretario all’Economia Claudio Durigon nella risposta scritta, pubblicata Mercoledì 7 luglio 2021 nell’allegato al bollettino in Commissione VI (Finanze) 5-06307, a un quesito posto da Patrizia Terzoni che ha riportato i dubbi posti dai contribuenti sulla possibilità di cedere il credito di imposta o ottenere lo sconto in fattura a lavori non ancora avviati con il rischio di eventuali conseguenze per coloro che agiscono in buona fede, nel caso in cui l’intervento sia stato completato e siano stati rispettati tutti gli adempimenti previsti dalle specifiche discipline (ad esempio comunicazione Enea, leggi qui per saperne di più >>>Controllo ENEA sull’asseverazione, attenzione allo stato avanzamento lavori).

Durigion ha citato l’articolo 121, ricordando che: “l’esercizio dell’opzione può essere effettuato anche in relazione a ciascuno stato di avanzamento dei lavori. Trattasi, tuttavia, di una facoltà disciplinata dalla norma che non impedisce la possibilità di esercitare comunque l’opzione qualora non siano previsti stati di avanzamento dei lavori”.

>> Sconto in fattura Superbonus Condominio: passi da seguire (senza SAL)

Pertanto la conclusione è che nel caso in cui si intenda optare per la cessione e/o per lo sconto in fattura della detrazione relativa agli interventi indicati nell’articolo 121 e diversi da quelli che danno diritto al Superbonus per i quali non siano stati previsti SAL, il contribuente può esercitare l’opzione senza dover tenere conto dello stato di avanzamento degli interventi.

>> Scadenza Superbonus 110, tutte le date aggiornate

Quindi nel caso in cui per la realizzazione di un determinato intervento non siano previsti SAL, può essere esercitata l’opzione per la cessione del credito corrispondente alla detrazione o per il cosiddetto sconto in fattura, facendo riferimento alla data dell’effettivo pagamento, con l’ovvia necessità che gli interventi oggetto dell’agevolazione siano effettivamente realizzati.

Ti consigliamo

La cessione dei crediti

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La cessione dei crediti

Antonella Donati, 2020, Maggioli Editore

Nell’ebook tutte le novità e le indicazioni per la compilazione del modello di comunicazione della cessione del credito. Superbonus 110%, Ecobonus, Sismabonus, Bonus facciate e Ristrutturazioni. Al via dal 15 ottobre la piattaforma per la cessione dei crediti per il Superbonus e tutti…

Foto:iStock.com/marchmeena29

Source

“https://www.ediltecnico.it/92104/sal-cessione-crediti-e-sconto-in-fattura-si-superbonus-no-per-altri-bonus-edilizi/”
Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Prestiti e agevolazioni per le imprese

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: